Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Come superare la timidezza

In questo post ho intenzione di spiegarti come si possa con due semplici tecniche, superare la timidezza.

Che tu sia un ragazzo od una ragazza, ci saranno sempre situazioni in cui ti senti intimidito e quindi a disagio.

E’ normale che in certe situazioni, soprattutto se nuove, tu ti senta così. Non siamo macchine e la nostra parte emotiva/sociale è la prima a risentire dei cambiamenti o delle novità che possiamo incontrare e vivere.

Come avevo scritto nel post 6 Segreti per una Comunicazione Efficace, il nostro cervello è trino, nel senso che è strutturato in realtà in 3 cervelli:

  • Cervello Rettile (Istintivo)
  • Sitema Limbico (Emotivo)
  • Neo Corteccia (Razionale)

Di questi 3 cervelli, il primo ad intervenire in una interazione ed a decidere cosa fare, è sempre il Cervello Rettile.

 

Il Cervello Rettile

Il Cervello Rettile quando si trova di fronte ad una  interazione sociale, può agire in 3 modi:

  • Se è noiosa -> La ignora
  • Se è pericolosa -> Si attiva il meccanismo Combatti/Scappa
  • Se è nuova ed interessante -> Ti dà tutta l’attenzione

Il problema di chi soffre di timidezza, è che il timido vive il rapporto con gli altri o con alcune persone in particolare, come una situazione pericolosa.

Vorresti piacere, ma hai paura di non riuscirci. Hai paura di essere giudicato negativamente. Di essere ferito con un rifiuto. Per questo scappi, evitando la situazione.

Il segreto per superare la timidezza, sta proprio nel far capire al nostro Cervello che la situazione che temiamo, non è pericolosa, ma anzi ci può portare solo vantaggi.

Purtroppo, il rettile in noi, non comprende la razionalità, propria della Neo Corteccia. Questo significa che è inutile parlarsi e dirsi mille volte che non siamo timidi o che non c’è nessun motivo per essere timidi di fronte a quel ragazzo o a quella ragazza. Non funzionerà. Non funziona così.

Il Cervello Rettile comprende solo le emozioni e ciò che è concreto e tangibile. Questo significa che per cambiare, per superare la tua timidezza, devi agire concretamente in un certo modo.

 

Superare la Timidezza

Agire concretamente, significa esporsi fisicamente alla propria paura, fino a superarla.

Esattamente come quando vai in palestra per rinforzare i tuoi muscoli e sollevi dei pesi, ora devi allenare il tuo stare in mezzo agli altri o vicino alla persona che ti intimidisce fino a superare l’ansia ed il disagio.

Ti devi allenare. Ti devi abituare. Deve diventare normale il trovarti in quella situazione.

Possono esserti di aiuto per questo “training“, 2 tecniche.

 

2 Tecniche per Superare la Timidezza

Per essere pratici, facciamo un piccolo esempio.

Mettiamo che dobbiamo entrare in un locale sconosciuto, dove sai che all’interno si trova una persona che vorresti approcciare/conoscere, ma hai paura sia di entrare che di parlarci. Come puoi fare?

 

1- Agisci Come se Fossi a Tuo Agio

La prima mossa da fare, è entrare nel locale agendo e comportandoti come se fossi a tuo agio. Ti dovrai comportare come se fossi parte di quel posto, come parte del gruppo di persone attorno a te.

Infatti, se ci pensi bene, perchè siamo a disagio?

Siamo a disagio in una situazione, perchè non ci sentiamo parte di quella situazione. Se invece fingiamo di farne parte, immancabilmente lo saremo. Ed il disagio iniziale sparirà.

Prendilo come un gioco interiore, un inner game. Comportati come se fossi a tuo agio in quel locale o nell’ufficio dove magari devi sostenere un colloquio. Fai finta di essere a tuo agio e lo sarai.

Utilizza magari una postura di potere come quelle consigliate dalla dott.ssa Amy Cuddy nel mio post Migliorare l’Autostima cambiando Postura. Ovvio che se sei ad un colloquio o ad un meeting di affari non dovrai esagerare.

 

2 – Pensa al Processo ma Distaccati dal Risultato

A questo punto puoi andare a parlare con la persona che ti interessa conoscere. Tieni però sempre conto di quello che ho definito nel post su Come Conquistare un Uomo, il Primo Principio della Seduzione. Cioè, pensa al processo e non pensare al risultato.

Non devi pensare a quello che sarà il risultato della tua comunicazione. Non ti deve interessare. Pensa al processo. Sta lì con la testa. Sii presente.

Questa tecnica è molto potente per quanto semplice e può essere utilizzata per superare qualsiasi situazione di ansia e disagio emotivo.

Quando sei di fronte alla persona poi, comunica ed esprimiti in modo nuovo e creativo.

Infatti il cervello rettile, di una interazione, si interessa solo dell’inizio e della fine. Dove dell’inizio peraltro, porta attenzione solo a ciò che è nuovo e diverso dal solito.

Ecco quindi un ottimo modo per partire ed approcciare una ragazza che ti interessa. Non diventerai un seduttore come Casanova, ma sicuramente acquisirai subito punti e valore ai suoi occhi.

 

Conclusioni

Queste 2 tecniche le puoi utilizzare insieme in sequenza, ma anche in modo indipendente.

Le puoi usare in qualunque situazione possa crearti ansia e disagio. Che sia un meeting di affari, un colloquio di lavoro oppure per sedurre una ragazza od sedurre un ragazzo.

Ricorda però una cosa fondamentale. Provi ansia/timidezza in quella situazione, perchè non ne sei abituato. La cosa migliore tu possa fare, è esporti il prima possibile a quella situazione per poi superarla.

Perchè il prima possibile? Perchè come ti ho scritto nel post Superare la Zona di Comfort per Superarsi, più aspetti, più la paura diventerà forte. Quindi: Uccidi il mostro quando è piccolo.

Tu sei timido in certe occasioni? Come superi la tua timidezza? Fammi sapere, sono curioso…

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone
Tagged on:         
Altro... Ansia, Seduzione
Come conquistare un uomo
Come Conquistare un Uomo

Chiudi