Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Autostima e PresenzaVi siete mai chiesti come si possa aumentare la propria autostima in pochi minuti? Magari anche cambiando solo piccole cose, come la Postura?

Io me lo sono chiesto molte volte.

Studiando PNL (Programmazione Neurolinguistica) e Psicocibernetica e provandole poi nella vita reale, avevo capito come la fisiologia e la postura potessero influenzare il nostro stato d’animo e di conseguenza il nostro comportamento. Nel mondo della Crescita Personale era un dato di fatto. Tutti lo sapevano… mancavano però le prove scientifiche.

 

Amy Cuddy

La prova provata ci viene come al solito dagli Stati Uniti, da uno studio guidato dalla Dottoressa Amy Cuddy, docente e ricercatrice presso la Harvard Business School.

Lo studio della professoressa Cuddy, si centra sul fatto che assumendo certe posture del corpo, i livelli ormonali della persona, cambiano.

Quindi, prima di assumere una certa postura abbiamo un certo livello ormonale e di conseguenza un certo comportamento. Dopo aver assunto la postura, i livelli cambiano notevolmente.

 

Questione di Ormoni

A dirigere il nostro comportamento o meglio la nostra assertività con gli altri e nella vita è principalmente l’ormone maschile per eccellenza: il Testosterone.

Più Testosterone abbiamo in corpo e più ci faremo valere (ed avremo il coraggio di farci valere) nella vita. E’ l’ormone della forza, dell’energia, del Maschio.

Un secondo ormone altrettanto importante, è il Cortisolo. Dopo vari studi, si è visto come la concentrazione di questo ormone nel sangue, sia basso nelle persone Resilienti, cioè nelle persone che anche se soggette a notevole stress, riescono comunque a mantenere se stessi e la situazione stressante sotto controllo.

 

Lo Studio

La ricerca della professoressa Cuddy, si è concentrata sulla variazione di questi due ormoni in base al cambiamento della propria postura corporale.

Sembrerà incredibile, ma facendo anche tutta una serie di prove per evitare l’effetto placebo, risultò che i livelli di questi due ormoni (Testosterone e Cortisolo), si modificavano dopo aver assunto per almeno 2 minuti di orologio certe posture.

Lo Studio si riferiva ad un gruppo campione di uomini e donne e consisteva in:

  • Fare un prelievo di sangue per verificare la percentuale di Testosterone e Cortisolo.
  • Fare poi assumere una “posizione di potere” per 2 minuti.
  • Rieseguire un prelievo di sangue per verificare le differenze nei due ormoni.

Alla fine del Test, si verificò come il Testosterone fosse in media aumentato del 19% ed il Cortisolo fosse diminuito del 25%.

 

La Postura

Amy Cuddy, individua 5 “Pose di Potere”.

Pose in realtà molto semplici, che facciamo spesso durante la giornata… senza pensarci. Eccole qui:

Posizione 1Postura 1 - Braccia sui Fianchi

Amy la chiama posizione Wonder Woman. Consiste semplicemente nello stare in piedi ben dritti, con le mani ai fianchi, alla Wonder Woman.

 

 

Postura 2 - Piedi sulla ScrivaniaPosizione 2

Seduti su una sedia stravaccati con braccia dietro il collo e gambe incrociate… sulla scrivania magari…

 

 

Postura 3 - Braccia sulla scrivaniaPosizione 3

In piedi di fronte ad un tavolo, appoggiandovi le mani sopra con le braccia tese. Posa tipica che si fa a volte in tono di sfida (o quasi) sulla scrivania di un collega di cui desideriamo l’attenzione…

 

Posizione 4Postura 4 - Braccia ai lati

Seduti stravaccati sulla propria sedia, con le braccia stese ai lati in posizione di apertura.

 

 

Postura 5 - Caviglia su GinoccioPosizione 5

Come la posizione 2 con la differenza che le gambe non sono allungate, ma sono incrociate diversamente.

 

Ted Talks

La dottoressa Amy Cuddy, spiegò queste sue ricerche in un suo intervento al Ted Talks del 2012. Un intervento che la rese famosa in tutto il mondo, raggiungendo su youtube milioni di visualizzazioni in pochi mesi (ad oggi ne ha 8 milioni e 900 mila).

Come tutti gli interventi di successo, Ted Talks l’ha tradotto con sottotitoli in più lingue, italiano compreso. Lo allego qui sotto, perchè merita veramente. Sono 21 minuti spesi bene non solo per le tecniche che vengono proposte, ma anche per vedere la bella persona che è Amy Cuddy.

 

 

Piccolo appunto.

Se guardate con attenzione il video, noterete come Amy Cuddy parla di una “Posa di Potere” che consiste nello stare in piedi ed alzare le braccia a V. E’ il gesto tipico che fa chi vince qualcosa o arriva primo al traguardo di una gara di atletica. Di questa posizione, la dottoressa Cuddy parla solo nel video e non ne parla invece nel suo libro.

Infatti, in seguito al suo intevento al Ted, Amy Cuddy ha scritto proprio un libro, dove riporta i suoi studi e le posture da utilizzare per darsi più sicurezza e migliorare la propria presenza. Questo libro è uscito in Italia nel marzo 2016 e si intitola “Il Potere Emotivo dei Gesti“.

Ovviamente me lo sono già comprato e letto, anche se a dire la verità (secondo me), è più che sufficiente guardarsi con attenzione il video di 21 minuti di Amy.

 

Il Potere Emotivo dei Gesti

 

Osservazioni Personali

Ho provato le varie posizioni. Funzionano. Non so se sia autosuggestione, ma la posizione di Wonder Woman, in particolare, dà una certa carica.

Ultima cosa.

Dato che negli anni ho studiato il comportamento e la postura tipica del Maschio Alfa (maschio dominante), non posso che vedere delle forti somiglianze. Il Maschio Alfa, ha un linguaggio del corpo ed una postura tipica, caratterizzata dall’incuranza di chi e cosa gli è attorno e dall’occupazione di spazio.

Se guardiamo tutte le posizioni che propone Amy Cuddy, si nota come queste tendano a far occupare spazio. Siano posture tipiche di chi è a proprio agio, di chi è padrone del proprio territorio e di chi è sicuro di se’. Appunto da Maschio Alfa.

 

Amy Cuddy conia nel video di Ted Talk un bellissimo modo di dire:

Fake it until you become it

Fingilo finchè lo diventi

 

Questa è la base della tecnica “Agire come se” di cui parlerò in prossimi post, molto utile per superare la timidezza o situazioni di ansia e disagio.

Una cortesia…

Provate le posizioni (in particolare Wonder Woman per 2 minuti) e fatemi sapere nei commenti se cambia qualcosa in voi. A questo punto sono curioso… 🙂

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone
Tagged on:         
Altro... Autostima, immagine di sè
Come migliorare la propria Autostima

Chiudi