Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Come dimagrire senza seguire una dieta

Come puoi dimagrire velocemente?

Senza privazioni, senza eliminare tutti i cibi che più adori, come i dolci o la Nutella?

E’ possibile dimagrire e continuare a godersela, mangiando quello che ci pare, quando ci pare?

Secondo me sì.

Non è una questione di calorie ed alimenti particolari da assumere. Non è necessario seguire una dieta a zona od una dieta proteica.

E’ possibile dimagrire, anche velocemente, a patto che cominciamo un po’ a conoscerci e capirci.

 

Come viviamo

La vita, nel mondo di oggi, è sempre più veloce ed intensa.

Siamo quotidianamente carichi di cose da fare, di pensieri, preoccupazioni.

La bolletta da pagare, la scadenza del mutuo, i bambini da andare a prendere a scuola e chi più ne ha più ne metta.

Ci ritroviamo sommersi, schiacciati e direi a volte appiattiti dal mondo. Cose da fare, comportamenti da tenere. Sempre di corsa, passando da una bega ad un’altra. Continuamente oggetti delle circostanze.

Ed il problema è proprio questo.

 

Oggetti e non Soggetti

Siamo oggetti.

Siamo sballottati da una parte all’altra e dimentichiamo, che da esseri umani, abbiamo desideri ed istinti da soddisfare. Non siamo freddi robot. Macchine senza emozioni.

Anzi, sono proprio le emozioni la nostra benzina.

Che ci piaccia o no è da lì che viene l’energia.

Che si parli di alzarsi semplicemente la mattina per andare al lavoro o scalare l’Everest, l’energia per fare queste cose, viene dalle nostre emozioni. Ed è questo che dobbiamo sempre ricordare.

Come avevo già scritto nel post “Come conquistare un uomo“, siamo guidati nel nostro comportamento da due parti: una logica ed una emotiva.

La parte logica è la nostra coscienza. La parte emotiva è l’insieme delle emozioni, per semplificare, il subconscio.

Le due parti si contendono fra loro il controllo e la guida della nostra vita.

E fra le due, a vincere, è e sarà sempre la parte emotiva.

Siamo infatti esseri emotivi. Viviamo di passioni e tensioni. Le nostre scelte, quelle che poi portiamo a termine, sono per la maggior parte dei casi, scelte emotive. Magari poi razionalizzate in qualche modo dalla parte logica.

 

Perchè è difficile fare un dieta dimagrante

Il problema è sempre la nostra parte emotiva. E’ come avere un bambino dentro di sè che ha continuamente fame.

Fame di emozioni.

Se tu non gli somministri delle emozioni, il bambino se le somministrerà da solo. A modo suo.

Facciamo un esempio.

Mettiamo che volete fare una dieta per dimagrire. Vi mettete di impegno e cominciate ad evitare tutti i cibi calorici, il pane, le bevande zuccherate, i dolci e tutto ciò che contiene zucchero. Fate la dieta del momento, la dieta Dukan o magari una dieta mono alimento.

La seguite per il primo giorno. Superate il secondo ed arrivate pure al terzo. Poi la sera del terzo giorno, vi ritrovate a mezzanotte a svuotare il frigorifero di casa vostra, per mangiare ogni genere di porcheria immaginabile.

Perchè succede questo?

Il fatto è che la dieta, la vuole fare la parte logica, non la parte emotiva, che invece gode e trae soddisfazione emozionale a mangiare dolci e schifezze varie. Quindi, se alla parte emotiva togliamo queste emozioni e non le diamo niente in cambio, dopo un po’ prenderà il sopravvento riprendendosi il cibo e quindi le emozioni che desidera.

Inoltre, fatto importante da considerare, è che la parte emotiva trae emozioni dal fallimento. Dal fatto che non siamo riusciti a farcela. Il fallimento della dieta, crea una tensione emotiva, in poche parole: ci incazziamo e deprimiamo per non esserci riusciti. Tutto questo è cibo per la parte emotiva.

Allora come fare per dimagrire?

 

Come Dimagrire nonostante noi stessi

La soluzione è una soltanto.

Entrare a patti con la nostra parte emotiva, dandole emozioni in abbondanza.

In che senso?

Il problema di fondo, è che ognuno di noi, come dicevo all’inizio del post, segue una vita abitudinaria, una routine. Ogni giorno facciamo le stesse cose. Ogni giorno si ripete lo stesso schema. Sebbene questo comportamento vada bene alla parte razionale, non va di certo bene alla nostra parte emotiva, che a ragione o a torto, vuole vivere.

Ingrassiamo perchè la vita perde il suo mistero. Perde la novità.

Eccola qua la verità.

Viviamo una vita normale e banale. Una vita dove una delle poche soddisfazioni che ha la parte emotiva è il cibo. E tu parte logica, vuoi togliergli anche questo?

Ci sono allora due passi da seguire per riuscire a dimagrire veramente.

 

Primo passo: Stabilizzare

Il primo passo da fare, consiste nello stabilizzare la nostra parte emotiva.

Siamo troppo presi dal mondo. Abbiamo bisogno di un nostro spazio. Un momento da dedicare a noi per “centrarci“. Un momento dove lasceremo alle spalle le nostre preoccupazioni per prenderci cura di noi stessi.

Non serve molto tempo in realtà, basta anche mezz’ora al giorno. Che sia però una mezz’ora tutta per noi. Solo per noi.

Potremmo fare ad esempio una passeggiata al Parco. Una bella passeggiata, con cellulare spento. Senza Facebook o Whatsapp.

Durante questa passeggiata, dovremmo focalizzarci sul momento presente. Sul camminare.

Per trovare una certa “centratura”, si potrebbe utilizzare una tecnica molto semplice che suggeriva un medico francese di fine ottocento, il Dott. Roger VittozMentre si cammina, prestiamo attenzione ai nostri passi. Al contatto della pianta dei piedi sul terreno. Niente di più.

Dopo pochi minuti, ci si ritroverà presenti e centrati. Con le preoccupazioni lasciate alle spalle. Liberi dai cattivi pensieri ed aperti alla fantasia ed all’immaginazione che donerà quel momento.

Non si cammina per dimagrire. Si cammina per calmare le acque agitate della mente.

Dobbiamo allontanarci dalla routine. Dai pensieri che ci incatenano alla vita “normale”. Per avere uno spazio solo per noi.

 

Secondo passo: Vivere una Vita

Il secondo passo da seguire, consiste nel Vivere una Vita Appagante. Una Vita che vale la pena Vivere. Che ci dia novità ed emozioni.

Pensiamoci bene. Il cibo per la parte emotiva, è un rifugio, un’alternativa al niente. E’ l’unica cosa che ha, l’unico sfogo, l’unica soddisfazione. Se nutriamo la nostra parte emotiva vivendo una vita ricca di novità ed emozioni, lei non si butterà nel cibo e non ci farà fallire se volessimo porci un qualsivoglia obiettivo, dieta compresa.

Vi piace ballare? Fate un bel corso di tango. Andateci anche da soli se non viene nessuno con voi.

Siete single? Fatevi avanti con la ragazza che avete nel cuore. Provate a sedurla.

Buttatevi. Fate quello che non avete mai fatto prima.

Fate quello che vi fa paura fare. Magari dandovi un po’ di carica iniziale assumendo le posture di potere che suggerisce la Dott.ssa Amy Cuddy.

Uscite dalla vostra Comfort Zone. Uscite dal recinto della routine. La routine dà sicurezza. Ma la sicurezza, non ti fa vivere. La sicurezza ti fa arrivare “sano e salvo” a casa la sera. Ma quando comincerai a vivere veramente?

La parte emotiva lo sa. O meglio, la parte emotiva è. La parte emotiva è quel bambino spensierato di 4 anni che vive dentro di noi. Quel bambino che non sa la differenza fra il bene ed il male, vero, ma sa come si vive. Sa vivere il momento. Sa gioire e godere della vita.

Facciamoci amicizia. Amiamolo e proteggiamolo. Accettiamolo nei suoi capricci. Non puniamolo.

Quando ci riusciremo… saremo liberi nella mente e magri nel corpo… 😉

That’s it.

 

PS: Se poi volete dimagrire uscendo dal binomio Parte Logica – Parte Emotiva, provate il Mindful Eating.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone
Tagged on:         
Altro... Dimagrire, Parte Emotiva
Come conquistare un uomo
Come Conquistare un Uomo

Chiudi