Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Autostima con Amy CuddyCome possiamo avere più fiducia in noi stessi? Come migliorare la propria Autostima?

Sicuramente tutti ci siamo fatti prima o poi questa domanda.

La vita è difficile, piena di problemi ed ostacoli e molte volte basterebbe avere solo un po’ di coraggio per superarli brillantemente.

Inutile imparare decine di tecniche per ottimizzare la giornata. Alzarsi alle 4.30 di mattina, fare esercizi fisici, mangiare le “cose giuste”. E’ inutile sapere esattamente quello che devi fare… se poi alla fine non hai il coraggio di lottare per quello a cui tieni veramente…

E perchè non avresti il coraggio?

 

Che tu creda di farcela o di non farcela avrai comunque ragione

Henry Ford

 

Semplice.

Non credi di farcela. Non credi di essere all’altezza della situazione. Non credi in te stesso.

Così, ti ritrovi ad un colloquio e ti comporti come un idiota.

Cerchi di sedurre una ragazza o di sedurre un ragazzo e non ci riesci.

Ti manca qualcosa… e questo qualcosa si chiama Autostima.

 

La causa del problema

Documentandosi un po’, anche in rete, ci sono numerose soluzioni. Molte delle quali valide e funzionali.

Si rifanno in particolare alla PNL (Programmazione Neuro Linguistica), all’autoipnosi ed a tecniche di visualizzazione guidata.

A cosa servono tutte queste tecniche? Migliorano la propria Autostima?

Sicuramente.

Sebbene sembrino distinte una dall’altra, in realtà vanno tutte a lavorare sul problema: l’immagine che abbiamo di noi stessi.

 

L’immagine di noi stessi

Noi siamo quello che immaginiamo di essere. E’ una verità provata sia scientificamente che nella vita di tutti i giorni.

Siamo quello che pensiamo. O meglio siamo quello che abbiamo pensato.

Inutile dirsi… “Ma io ho un’ottima opinione di me”. Ne sei veramente sicuro?

Adesso ti puoi dire quello che ti pare, ma i “semi” che hai depositato dentro di te da bambino, restano.

E sono quelli che hanno creato il tuo primo condizionamento, il più importante.

Nei prossimi post scriverò come si può agire. Cosa possiamo fare per migliorare questo aspetto fondamentale che poi è la base del nostro carattere.

Vi lascio con una poesia scritta agli inizi del 1900 dal Maestro Yoga Swami Sivananda

 

La potenza del pensiero muta il destino

L’uomo semina un pensiero
e raccoglie un’azione;
semina un’azione
e raccoglie un’abitudine;
semina un’abitudine
e raccoglie un carattere;
semina un carattere
e raccoglie un destino.

L’uomo costruisce il suo avvenire
con il proprio pensare ed agire.
Egli può cambiarlo
perché ne è il vero padrone.

 

… ne deve solo prendere coscienza… 😉

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone
Tagged on: